• Announcements

    • Lord Zaku III

      Vuoi creare e gestire un tuo blog personale gratuito in maniera semplice? Clicca qua!

      Per leggere la guida su come creare e gestire un tuo blog personale gratuito in maniera semplice andate qua! E' facile, devi solo eseguire la guida e aprire un tuo blog. Se hai difficoltà invia una eMail a lordzaku3@hotmail.com o altrimenti inviami un pm personale Se ti impegnerai potrai persino aspirare a diventare moderatore di sezione o entrare nel prestigioso staff di Lega-Z.com
    • Lord Zaku III

      Vuoi inserire/uppare finalmente le tue immagini preferite su un multi images hosting infinito e per sempre? Clicca qua!

      Per leggere la guida su come inserire e gestire immagini personali (e non). In maniera gratuita e semplice andate qua! E' facile, devi solo eseguire la guida e caricare le tue immagini preferite. Se hai difficoltà invia una eMail a lordzaku3@hotmail.com o altrimenti inviami un pm personale Se ti impegnerai potrai persino aspirare a diventare moderatore di sezione o entrare nel prestigioso staff di Lega-Z.com
    • Lord Zaku III

      Regolamento Generale

      In Questo Posto Regnano Pace E Tranquillità Chi Disturba La Quiete Verrà Punito Severamente La Community di Lega-Z.com è posto a disposizione degli utenti della Rete per interagire tra di loro. E' vietato inserire contenuti che possano violare diritti di terzi o comunque essere illegittimi. L'inserimento di contenuti in dette aree presuppone la presa visione e piena accettazione delle regole di Netiquette, regole applicate e rispettate all'interno di questo sito web. Lo Staff di Lega-Z.com non si assume alcuna responsabilità per i contenuti che vengano immessi nel forum in quanto, nonostante ogni ragionevole sforzo per essere costantemente presenti, non si è nella possibilità materiale di esercitare un controllo approfondito sugli stessi. Ci sono delle regole che devono essere rispettate per una civile convivenza: -Non sono consentiti messaggi che violino leggi dello stato. -Non è consentito usare un linguaggio volgare, razzista o che possa offendere la moralità. -Non è consentito aprire topic che possano risultare in qualche modo offensivi nei confronti di un utente del forum o che comunque possano creare una simile impressione. -Le dimensioni della firma non devono superare i 400x100 pixel e nelle firme non sono ammesse più di quattro frasi -Rispettate sempre le opinioni altrui, siete liberi di criticare e di non essere daccordo su qualsiasi cosa ma sempre nel rispetto reciproco. In caso contrario i moderatori sono autorizzati a intervenire. Detto questo buon divertimento Per qualsiasi disguido o lamentela in seguito al non rispetto del manifesto segnalate il tutto a un moderatore. Saremo lieti di sistemare ogni cosa che possa offendere la sensibilità altrui Lo Staff Di Lega-Z.com
    • Lord Zaku III

      Come si fa a partecipare sulla community di Lega-Z.com? Come si fa a rimanere sempre aggiornati? Clicca qua!

      Per leggere la guida sul Come posso partecipare sulla community di Lega-Z.com? Come si fa a rimanere aggiornati sulla community di Lega-Z.com? andate qua! E' facile, devi solo eseguire la guida e potrai finalmente iniziare a scrivere commenti anche tu. Se hai difficoltà invia una eMail a lordzaku3@hotmail.com o altrimenti inviami un pm personale Se ti impegnerai potrai persino aspirare a diventare moderatore di sezione o entrare nel prestigioso staff di Lega-Z.com Buona partecipazione a tutti!
    • Lord Zaku III

      Aiutaci a tradurre o dai una mano alla crescita

      Ti piacerebbe tradurre? Ti piace scrivere? Ti piacerebbe dare una mano? Vorresti un bel passatempo? Bravo, invia subito una eMail a lordzaku3@lega-z.com o altrimenti invia un pm (personal message - messaggio personale) a Lord Zaku III Se ti impegnerai potrai persino aspirare a diventare una fenice, un moderatore di sezione o entrare nel prestigioso staff di Lega-Z.com
Lord Zaku III

[DIGITALE] Le Mani sulla Televisione Digitale

9 posts in this topic

Le Mani sulla Televisione Digitale

Divieto di registrazione, di copia, di condivisione, di trasferimento, obbligo di aggiornamento dell'hardware, oscuramento dei canali liberi. Questo è quanto sta accadendo nel silenzio generale

Impariamo un nuovo termine: CPCM

Ok OK e poi cosa accadrà?

Roma - Nei giorni scorsi, la Electronic Frontier Foundation ha rilasciato un attesissimo rapporto sullo stato del progetto DVB. Questo rapporto ci permette di capire quali siano le minacce che aleggiano sul mondo della televisione digitale e di altre tecnologie affini.

Il Progetto DVB

DVB sta per "Digital Video Broadcasting", cioè "Televisione Digitale".

La televisione digitale è destinata a diventare, per legge, l'unico modo di trasmettere programmi televisivi in Italia dal Dicembre 2008 (e, in momenti diversi, in tutta Europa ed in USA). Sia la televisione satellitare, sia la televisione digitale terrestre, sia la televisione via cavo, sia la televisione via Internet, sia la televisione su dispositivi mobili utilizzano infatti un protocollo di trasmissione digitale del segnale.

Gli standard necessari vengono sviluppati da un consorzio chiuso di aziende chiamato DVB Project.

Il consorzio DVB raccoglie oltre 260 aziende di tutto il mondo e definisce gli standard per la trasmissione digitale di audio e video sui sistemi della prossima generazione. Gli standard che il DVB Project ha sviluppato sono i seguenti.

DVB-S ("Satellite"): standard usato per la televisione via satellite

DVB-C ("Cable"): standard usato per la televisione via cavo

DVB-T ("Terrestrial"): standard usato per la televisione digitale terrestre

DVB-H ("Handheld"): standard usato per la televisione su sistemi mobili (telefoni cellulari ed affini)

Ciò che questo consorzio decide, nel chiuso delle sue riunioni tra aziende, è già adesso legge per chiunque voglia trasmettere o ricevere segnali audio e video digitali nel mondo, semplicemente perché gli strumenti tecnici prodotti da queste aziende rispondono a questi standard ed a nient'altro.

Queste 260 aziende rappresentano la stragrande maggioranza dei produttori mondiali per cui, di fatto, il consorzio definisce standard di portata globale a cui è impossibile sottrarsi. Come vedremo nel seguito di questo documento, persino nella remota ipotesi che un produttore indipendente decidesse di opporsi a questo dominio, lo standard definito dal DVB Project prevede strumenti e tecniche adatti a rendere la sua ribellione del tutto inutile.

EFF e il DVB Project

Electronic Frontier Foundation si è iscritta al consorzio DVB, pagando la quota di iscrizione di 10.000 euro, ed ha partecipato alle sedute. La possibilità di divulgare informazioni è pesantemente limitata dalle clausole del contratto di adesione al consorzio per cui la EFF non può, legalmente, divulgare le informazioni di dettaglio che riguardano questo consorzio, il suo modo di lavorare, le posizioni delle diverse aziende che ne fanno parte ed il loro voto. Tuttavia, EFF ha potuto pubblicare un rapporto di massima su ciò che il DVB Project sta preparando.

Il Progetto CPCM

Ciò che il DVB Project sta studiando, sin dal 2003, è qualcosa che non piacerà agli "spettatori" europei ed italiani. Questo qualcosa si chiama CPCM, cioè "Content Protection and Copy Management".

Questo standard permetterà ai produttori di programmi televisivi di imporre le seguenti limitazioni (nota: per quanto folli e vessatorie possano sembrare queste limitazioni, sono comunque reali. Non stiamo delirando e non ci siamo inventati nulla. Potete controllare voi stessi leggendo le fonti che elenchiamo in calce a questo documento):

Divieto di registrazione

Questo standard permette di vietare la registrazione di un programma televisivo attraverso il sintonizzatore TV. Non potranno più essere registrati i film, i telefilm od altri programmi televisivi, né su cassetta, né su CD o DVD, né su disco fisso. Questo divieto non è aggirabile in nessun modo perché implementato sia con dispositivi software che hardware.

Divieto di copia

Questo standard permette di vietare la creazione di copie di un CD o DVD. Non potranno più essere create copie di film, di telefilm od altri programmi televisivi, né su cassetta, né su CD o DVD, né su disco fisso, nemmeno per uso personale o per backup. Questo divieto non è aggirabile in nessun modo perché implementato sia con dispositivi software che hardware.

Divieto di trasferimento

Questo standard permette di vietare il trasferimento di un programma televisivo attraverso una rete di computer, ad esempio dal sintonizzatore TV che si trova in salotto al display del laptop che si trova in camera da letto. Questo standard permette di vietare la fruizione del programma televisivo fuori da una certa nazione, grazie ad un apposito marcatore digitale inserito nei dispositivi (simile al codice regionale dei DVD ma, a diferenza di esso, assolutamente non aggirabile). Questo standard permette anche di vietare la fruizione del programma televisivo fuori da un determinato locale, ad esempio il salotto di casa, grazie ad un apposito ricevitore GPS integrato nei dispositivi (naturalmente pagato da chi acquista il dispositivo). Questo divieto non è aggirabile in nessun modo perché implementato sia con dispositivi software che hardware.

Divieto di condivisione

Questo standard permette di vietare la condivisione di un programma con altre persone che risiedono nella stessa abitazione od in altri contesti, attraverso la definizione di appositi "domini di autorizzazione". Il DVB Project ha persino speso una quantità di tempo significativa per stabilire cosa deve essere dei DVD di una coppia in caso di divorzio! Questo divieto non è aggirabile in nessun modo perché implementato sia con dispositivi software che hardware.

Obbligo di aggiornamento dell'hardware

Questo standard permette di vietare la visione di un programma su dispositivi che il DVB Project ritiene non abbastanza fiscali nel rispetto dei suoi standard. Questo divieto non è aggirabile in nessun modo perché implementato sia con dispositivi software che hardware e comporta la sostituzione del dispositivo, con i costi facilmente immaginabili.

Oscuramento dei canali liberi esistenti

In futuro, questo standard dovrebbe persino permettere di imporre la cifratura al momento della ricezione (cioè sul TV Tuner del salotto) dei programmi trasmessi in chiaro. In questo modo, sarà possibile applicare le limitazione esposte in precedenza persino ai programmi che il distributore ha deliberatamente deciso di distribuire in chiaro, senza alcuna limitazione.

Si noti che il distributore, per legge, ha pagato per questo diritto ed ha firmato un contratto in cui questo diritto gli veniva riconosciuto. In alcuni casi, il distributore del programma potrebbe essere lo stesso proprietario dei diritti. In questo caso, il diritto dell'autore di divulgare senza limitazioni i suoi contenuti potrebbe venire negato da un dispositivo di ricezione che agisce secondo le specifiche del DVB Project!

(nota: Tutti questi vincoli sono imposti attraverso un attento uso di dispositivi software e hardware, caratterizzati da un pesante uso di tecniche crittografiche, e quindi non possono essere aggirati, rimossi o invalidati nemmeno in linea di principio. Il sistema usato è concettualmente simile a quello usato dalla Microsoft XboX ma molto più avanzato e molto più robusto. Non illudetevi che questi sistemi di protezione vengano spazzati via dal primo ragazzino brufoloso di passaggio come è avvenuto per i CSS dei DVD. Questo non avverrà).

Fonte: punto-informatico.it

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tutto ciò porterà solo ad un ulteriore controllo dell' informazione. Vogliono farci il lavaggio del cervello... io ho boicottato la televisione anni fa (la accendo solo per i Simpson e rarissime eccezioni), consiglio di fare altrettanto... dry.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mh....io vedo invece sempre uno spaccamento maggiore del modo di pensare.Chi si omologherà e chi invece farà nascere "network" paralleli.

In ogni caso ci sarà una rottura

Share this post


Link to post
Share on other sites

potra sembrare una domanda stupida:

1. ma andando contro i diritti del consumatore che in ita permettono a quest'ultimo una volta acquistato il prodotto di poterne implementare modifiche come piu ne aggrada ?

2. ma andando contro i diritti di privacy (gps integrato ma fumano pesante questi) ?

3. andando contro l'antitrust vietando registrazioni copie di backup trasferibila come pensano di prendere il marchio imq e il ce?

e 4. quale cliente nel fantomatico periodo di transizione dei nuovi standard acquisterebbe tali prodotti che dalle descrizioni fatte costerebbero una tombola? quale emittente tv locale o libera spenderebbe cosi tanti soldi nell'acquisto di apparecchiature di codifica e criptaggio rischiando di vedere questo standard naufragare come e gia successo per molti altri?

io non so voi ma non me ne preoccuperei (almeno qui in Europa) ricordate il palladium di zio bill che doveva entrare in azione a metà 2006, scomparso!? , persino zio a capito che non avrebbero venduto una sola copia di svista o un solo componente con il fritz chip a bordo e secondo voi venderanno un solo decoder con queste implementazioni?

P.S.

ma secondo questi del dvb project le case produtrici di video registratori dvd recorder hd recorder staranno zitti perdendo una fascia di mercato cosi ampia?

lo so sono un ottimista lol2.giflol2.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quoto assolutamente dmz. Mi sa tanto di "palladium", probabile che naufraghi anche quest' iniziativa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

non sareri così ottimista ... vista già lo stanno presentatnto nelle scuole ed è già partita la pubblicità sad.gif

unca cosa da sperare è che i dvd siano ancora copiabili o che nazioni tipo Cina, Indonesia & co si mantengano furi ed alimentino il mercato parallelo ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vedete, il problema non è l'essere ottimisti o pessimisti, il problema è il concetto di fondo, qui si parla di dittatura, non di monopolio.

Adesso stiamo esagerando!!!!!!!!

Non è possibile neanche solo pensare a cose simili!

Poi cosa succederà? Mi daranno una multa se presterò un dvd ad un mio amico? E la volta buona che strappo la mascella al povero poliziotto che viene ad accusarmi...

La cosa che mi fa più rabbia è che non riesco a trovare il coraggio di tirarmi fuori del tutto da questa merda. Quindi o non ho le palle o stò aspettando come mio solito che mi accada qualcosa di grosso per poi asplodere.

In un modo o nell'altro sei sempre nelle mani di qualcuno che meriterebbe di essere picchiato ad ogni ora esatta. In un modo o nell'altro sei sempre costretto a dare soldi a gente o aziende che non li valgono (il caso della Vodafone ne è un esempio...). Mi rendo conto che solo chi ha vaste conoscenze può riuscire in parte ad aggirare il sistema ma non è giusto, la gente dovrebbe poter vivere una vita serena, senza dannarsi ogni secondo per difendersi dagli sciacalli. Mangiare, bere, scopare, dormire e cagare dovrebbero essere le nostre priorità, non la tv, il pc, il cellulare o la macchina, non l'essere costretti a versare sangue per il canone, la connessione con tutti i suoi costi e il rischio di trovarsi la finanza a casa, le ricariche e le tariffe, la benzina, il bollo e l'assicurazione...

Si è liberi di non usufruire di tutto questo? C'è chi lo dice ma la verità è che per la maggior parte della gente senza pc, senza cellulare e senza macchina sei tagliato fuori dal mondo, non riesci a lavorare, a spostarti, ad informarti.

La tv non è affidabile e non è che un intruglio di merda a pagamento in una bella confezione... Ma una merda ricoperta d'oro non è un gioiello, è solo una merda costosa.

I giornali sono di parte e ben poco obbiettivi. E grazie al cazzo! Se sono di sinistra comprerò un giornale di sinistra e vedrò sempre e solo le cose con gli occhi della gente di sinistra e idem per la destra. E' un cane che si morde la coda. Non se ne esce.

Tirarsi fuori da questo significa mollare tutto, casa, lavoro, macchina e vizi e agi, significa coltivare per mangiare, significa vivere lontano dalle masse e si potrebbe anche fare ma questa non è libertà, questo è vivere in una gabbia talmente grande da non vederne le sbarre, non le noti, prima o poi non ci badi più ma loro sono là...

Cazzo.

Edited by murdoc

Share this post


Link to post
Share on other sites

non ti avvilire Murdoc , il punto di non ritorno ci sarà perchè siamo arrivati al limite;non sò dirti se sarà dolce ,graduale o violento ed improvviso.

By the way son abbastanza positivo....troppa merda è stata gettata , ora il campo concimato deve germogliare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche secondo me andrà come dice Everett... non ti disperare, Murdoc, son cose che danno fastidio a tutti, e proprio per questo prima o poi (più prima che poi, avanti di sto passo) qualcosa succederà. Il fatto che quella comunità di "pirati" (di cui non ricordo il nome) stesse raccogliendo delle donazioni per poter comprare un' isola su cui rendere totalmente legale lo scambio di dati tramite p2p dovrebbe far riflettere. La gente è stufa, anche per quanto riguarda sicurezza e legalità, le priorità sono ben altre.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now