• Announcements

    • Lord Zaku III

      Vuoi creare e gestire un tuo blog personale gratuito in maniera semplice? Clicca qua!

      Per leggere la guida su come creare e gestire un tuo blog personale gratuito in maniera semplice andate qua! E' facile, devi solo eseguire la guida e aprire un tuo blog. Se hai difficoltà invia una eMail a lordzaku3@hotmail.com o altrimenti inviami un pm personale Se ti impegnerai potrai persino aspirare a diventare moderatore di sezione o entrare nel prestigioso staff di Lega-Z.com
    • Lord Zaku III

      Vuoi inserire/uppare finalmente le tue immagini preferite su un multi images hosting infinito e per sempre? Clicca qua!

      Per leggere la guida su come inserire e gestire immagini personali (e non). In maniera gratuita e semplice andate qua! E' facile, devi solo eseguire la guida e caricare le tue immagini preferite. Se hai difficoltà invia una eMail a lordzaku3@hotmail.com o altrimenti inviami un pm personale Se ti impegnerai potrai persino aspirare a diventare moderatore di sezione o entrare nel prestigioso staff di Lega-Z.com
    • Lord Zaku III

      Regolamento Generale

      In Questo Posto Regnano Pace E Tranquillità Chi Disturba La Quiete Verrà Punito Severamente La Community di Lega-Z.com è posto a disposizione degli utenti della Rete per interagire tra di loro. E' vietato inserire contenuti che possano violare diritti di terzi o comunque essere illegittimi. L'inserimento di contenuti in dette aree presuppone la presa visione e piena accettazione delle regole di Netiquette, regole applicate e rispettate all'interno di questo sito web. Lo Staff di Lega-Z.com non si assume alcuna responsabilità per i contenuti che vengano immessi nel forum in quanto, nonostante ogni ragionevole sforzo per essere costantemente presenti, non si è nella possibilità materiale di esercitare un controllo approfondito sugli stessi. Ci sono delle regole che devono essere rispettate per una civile convivenza: -Non sono consentiti messaggi che violino leggi dello stato. -Non è consentito usare un linguaggio volgare, razzista o che possa offendere la moralità. -Non è consentito aprire topic che possano risultare in qualche modo offensivi nei confronti di un utente del forum o che comunque possano creare una simile impressione. -Le dimensioni della firma non devono superare i 400x100 pixel e nelle firme non sono ammesse più di quattro frasi -Rispettate sempre le opinioni altrui, siete liberi di criticare e di non essere daccordo su qualsiasi cosa ma sempre nel rispetto reciproco. In caso contrario i moderatori sono autorizzati a intervenire. Detto questo buon divertimento Per qualsiasi disguido o lamentela in seguito al non rispetto del manifesto segnalate il tutto a un moderatore. Saremo lieti di sistemare ogni cosa che possa offendere la sensibilità altrui Lo Staff Di Lega-Z.com
    • Lord Zaku III

      Come si fa a partecipare sulla community di Lega-Z.com? Come si fa a rimanere sempre aggiornati? Clicca qua!

      Per leggere la guida sul Come posso partecipare sulla community di Lega-Z.com? Come si fa a rimanere aggiornati sulla community di Lega-Z.com? andate qua! E' facile, devi solo eseguire la guida e potrai finalmente iniziare a scrivere commenti anche tu. Se hai difficoltà invia una eMail a lordzaku3@hotmail.com o altrimenti inviami un pm personale Se ti impegnerai potrai persino aspirare a diventare moderatore di sezione o entrare nel prestigioso staff di Lega-Z.com Buona partecipazione a tutti!
    • Lord Zaku III

      Aiutaci a tradurre o dai una mano alla crescita

      Ti piacerebbe tradurre? Ti piace scrivere? Ti piacerebbe dare una mano? Vorresti un bel passatempo? Bravo, invia subito una eMail a lordzaku3@lega-z.com o altrimenti invia un pm (personal message - messaggio personale) a Lord Zaku III Se ti impegnerai potrai persino aspirare a diventare una fenice, un moderatore di sezione o entrare nel prestigioso staff di Lega-Z.com
Sign in to follow this  
Followers 0
Lord Zaku III

[ROMA] Il nuovo cinema cinese in rassegna a Roma

2 posts in this topic

user posted image

Il nuovo cinema cinese in rassegna a Roma

Palazzo delle Esposizioni

21 Febbraio - 18 Maggio

Il Palazzo delle Esposizioni presenta una straordinaria retrospettiva dedicata al cinema indipendente cinese, la prima in Occidente a radunare e proporre insieme tutte le opere dei maggiori cineasti cinesi della modernità, Questi autori hanno dovuto rivendicare per se stessi una posizione di responsabilità, un modo personale di affrontare il lavoro di ciascun film, facendo passare in primo piano la necessità di formulare un insieme di verità, da riconquistare facendo coincidere autonomia espressiva e autonomia produttiva (finanziaria). È a questi nuovi registi, i protagonisti di un cinema cinese reso definitivamente moderno e spirito tanto del suo tempo che della parte, tanto spesso in ombra, del suo paese, che viene dedicato questo panorama. I capofila indiscussi del movimento sono stati Zhang Yuan e Wang Xiaoshuai, seguiti a breve distanza da He Jianjun, Lou Ye, Zhang Ming e Liu Bingjian e, con il 1997, dal fragoroso debutto di Jia Zhangke. In bilico tra la prima e la seconda Nouvelle Vague cinese opera invece un drappello di registi un po’ fuori norma, costituito dall’ex-attore Jiang Wen, dall’ex-direttore della fotografia Lü Yue e dalla sorprendente Ning Ying. Le nuovissime personalità forti si chiamano Diao Yinan, Gan Xiao’er, Li Yang, Li Yu, Sheng Zhimin, Tang Xiaobai. Mentre Duan Jinchuan, Wu Wenguang, Wang Bing, Du Haibin, Li Yifan e Yan Yu sono riusciti con ostinazione ad affermare il diritto di cittadinanza di un "cinema del reale" cinese. Senza guardare in faccia nessuno, con immediatezza sconvolgente i cineasti indipendenti hanno testimoniato la Cina com’è. Il loro cinema è diventato una delle poche forme di rappresentazione che siano davvero vicine alla società di quel paese. Il movimento di cinema indipendente ha costituito una sfida continua, dentro la produzione culturale cinese contemporanea, all’egemonia della rappresentazione ufficializzata, alterando così in modo definitivo gli equilibri di potere su tutto il continente del "visivo". La loro carica dirompente non si è di certo ancora esaurita. (Comunicato stampa)

Dal 21 Febbraio 2008 al 18 Maggio 2008 - Palazzo delle Esposizioni, ingresso Via Milano, 9 A - Roma

Proiezioni Sala Cinema - Biglietto euro 4,00 - Abbonamento alla Rassegna euro 25,00. Proiezioni Auditorium - ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Per informazioni: www.palazzoesposizioni.it

Fonte: TeatroeSpettacolo.org

Il programma:

21 e 22 febbraio, ore 17.00 - Auditorium

Liulang Beijing-Zuihou de mengxiangzhe (Bumming in Beijing - The Last Dreamers), 1990

di Wu Wenguang

video, v. originale con sottotitoli in inglese (70')

Un documentario che all'epoca fece scalpore, sulla fine di un'era idealista e romantica vista attraverso le testimonianze di quattro artisti che negli anni '80 desideravano "vivere per l'arte" e negli anni '90 decisero di imparare "l'arte di vivere".

21 e 22 febbraio, 21.00 - Cinema

Taiyang zhaochang shenqi (Il sole sorge ancora), 2007

di Jiang Wen

v. originale con sottotitoli in italiano e inglese (116')

Un puzzle di storie che avvengono in tempi e luoghi diversi - dal deserto del Gobi al paesaggio magico dello Shangri-là nello Yunnan - i cui protagonisti si incontrano in un universo di destini comuni al cui centro è sempre una donna.

23 e 24 febbraio, ore 17.00 - Auditorium

Laotou (Old Men), 1999

di Yang Tianyi

video, v. originale con sottotitoli in inglese (94')

Documentario toccante e sincero su un gruppo di pensionati pechinesi che si incontrano tutti i giorni per strada, con una regolarità che somiglia quasi ad un dovere. Personaggi emblematici di un mondo che sta scomparendo nella Cina della modernità.

23 e 24 febbraio, ore 21.00 - Cinema

Mabei shang de fating (Tribunale a dorso di cavallo), 2006

di Liu Jie

v. originale con sottotitoli in italiano e inglese (105')

Una straordinaria riflessione sulle contraddizioni tra modernità e tradizione: la Cina superpotenza del XXI secolo, lanciata in uno sviluppo frenetico, ha un sistema giudiziario che nelle province più remote si affida ancora ai tribunali su carri ambulanti.

27 e 28 febbraio, ore 21.00 - Cinema

Dongchun de rizi (I giorni d'Inverno e Primavera), 1993

di Wang Xiaoshuai

v. originale con sottotitoli in italiano e inglese (80')

Selezionato dalla BBC come uno dei cento migliori film prodotti nella storia del cinema, racconta l'esperienza di una giovane coppia di artisti che cercano di affermarsi, senza accorgersi che nel frattempo il loro rapporto si sta sgretolando.

28 febbraio, ore 20.30 incontro con il regista Wang Xiaoshuai

29 febbraio e 1 marzo, ore 21.00 - Cinema

Jidu hanleng (Gelo estremo), 1996

di Wang Xiaoshuai

v. originale con sottotitoli in italiano e inglese (97')

Firmato con uno pseudonimo per problemi di censura, uno dei primi film di Wang Xiaoshuai denuncia la fragile condizione dell'intellettuale in una società sempre più materialista, attraverso la vicenda di un artista che decide di morire assiderato.

1 e 2 marzo, ore 17.00 - Auditorium

Wuyong (Useless), 2007

di Jia Zhangke

video, v. originale con sottotitoli in inglese (80')

Documentario scettico e disincantato sull'industria della moda in Cina e sugli effetti che il nuovo modello capitalistico di sviluppo produce sulle comunità rurali. Il valore e l'etica del lavoro artigianale contro quello della produzione di massa.

2 e 6 marzo, ore 21.00 - Cinema

Biandan, guniang (Ragazza, il bilanciere di bambù), 1998

di Wang Xiaoshuai

v. originale con sottotitoli in italiano e inglese (90')

Film molto ostacolato nel suo paese per la cruda testimonianza dello squallore della vita metropolitana all'inizio delle riforme economiche, racconta la storia di due amici che cercano fortuna in città dove la loro vita viene stravolta.

7 e 8 marzo, ore 21.00 - Cinema

Xiao Wu (Piccolo Wu), 1997

di Jia Zhangke

v. originale con sottotitoli in italiano e inglese (107')

Lo straordinario film d'esordio di Jia Zhangke descrive, attraverso il personaggio complesso ed emblematico di un piccolo delinquente di provincia alla deriva di fronte a cambiamenti epocali, il faticoso ed alienante passaggio all'economia di mercato.

28 febbraio, ore 20.30 incontro con il regista Jia Zhangke

8 e 9 marzo, ore 17.00 - Auditorium

Dong, 2006

di Jia Zhangke

video, v. originale con sottotitoli in inglese (66')

Documentario straordinario che attraverso l'opera del noto artista Liu Xiaodong (presente nella mostra "Cina XXI secolo") testimonia la vita di gruppi di individui apparentemente lontani ma accomunati da una condizione esistenziale simile e dalla partecipazione ad una storia che è ancora in divenire.

9 e 11 marzo, ore 21.00 - Cinema

Zhantai (Piattaforma), 2000

di Jia Zhangke

v. originale con sottotitoli in italiano e inglese (155')

La storia di un gruppo di attori amatoriali le cui vicissitudini riflettono i grandi cambiamenti vissuti dalla Cina in bilico tra tradizione e modernità. La musica protagonista nel film, dalle canzoni rivoluzionarie alla break-dance, diviene la metafora di una società ossessionata dal denaro, che importa ciecamente le mode dell'Occidente.

12 e 14 marzo, ore 21.00 - Cinema

Yangguang canlan de rizi (Giorni di sole splendente), 1994

di Jiang Wen

v. originale con sottotitoli in italiano e inglese (128')

Il primo film che ha proposto una visione nostalgica della Rivoluzione Culturale. Un'opera sui ricordi dei giovani dell'epoca ma anche, e soprattutto, una riflessione su quanto sia difficile ricordare in un paese che riscrive continuamente la propria storia.

15 e 16 marzo, ore 10.00 - Auditorium

Tiexi qu (West of the Tracks), 2003

di Wang Bing

video, v. originale con sottotitoli in inglese (555')

Un documentario dal respiro epico che dura nove ore e mostra attraverso la vita degli operai il lento declino di un'area industriale di Shenyang, portata prima ad esempio dell'economia socialista e sacrificata poi sull'altare delle riforme economiche.

15 e 16 marzo, ore 21.00 - Cinema

Wuqiong dong (Moto perpetuo), 2005

di Ning Ying

v. originale con sottotitoli in italiano e inglese (86')

Un film rivoluzionario che ha spezzato il tabù della donna orientale sottomessa ed incapace di esprimere pienamente se stessa. Un'altalena di passioni e desideri repressi raccontati con un linguaggio che diventa sempre più libero e coraggioso.

15 marzo, ore 20.30 incontro con la regista Ning Ying

18 e 19 marzo, ore 21.00 - Cinema

Youchai (Il postino), 1995

di He Jianjun

v. originale con sottotitoli in italiano e inglese (101')

Attraverso l'intenso studio caratteriale di un portalettere che non riesce a dare un senso alla propria esistenza e lo cerca nella vita degli altri, questo film esplora il legame tra voyerismo, sessualità ed il fallimento della coscienza.

21 e 22 marzo, ore 17.00 - Auditorium

Mosheng tiantang (The Estranged Paradise), 2002

di Yang Fudong

video, v. originale con sottotitoli in inglese (76')

Poetica meditazione di questo straordinario artista, presente nella mostra "Cina XXI secolo" , che parte dall'organizzazione dello spazio nella pittura tradizionale cinese e, assecondando i vari stati d'animo del protagonista, finisce col decifrare lo spazio interiore della modernità nel pensiero cinese.

21 e 22 marzo, ore 21.00 - Cinema

Kuqi de nüren (La donna che piange), 2002

di Liu Bingjian

v. originale con sottotitoli in italiano e inglese (91')

Attraverso la storia di una prefica improvvisata, un ritratto molto divertente e provocatorio della donna cinese simbolo di forza, determinazione e capacità di sopravvivere, aiutata da una buona dose di romanticismo e di teatralità.

25 e 27 marzo, ore 21.00 - Cinema

Mangjing (Pozzo cieco), 2003

di Li Yang

v. originale con sottotitoli in italiano e inglese (92')

Da un Paese nel quale migliaia di minatori muoiono ogni anno in incidenti nelle miniere illegali, arriva questo film importante, che denuncia l'abbrutimento fisico e morale causato dallo sviluppo economico nelle province più arretrate.

28 e 29 marzo, ore 21.00 - Cinema

Fusheng (Beatitudine), 2006

di Sheng Zhimin

v. originale con sottotitoli in italiano e inglese (96')

Questo film introspettivo, girato in stile neorealista, ambientato sullo sfondo di una provincia umida e nebbiosa, ruota intorno ai cambiamenti avvenuti nell'istituzione della famiglia e del matrimonio nella Cina contemporanea.

29 e 30 marzo, ore 17.00 - Auditorium

Shan qing shui xiu (The Only Sons), 2003

di Gan Xiao'er

video, v. originale con sottotitoli in inglese (100')

Il primo film ispirato alla fede cristiana racconta una tragica storia ambientata in una comunità cristiana della Cina, in cui si intrecciano tirannia politica, oppressione religiosa e povertà.

30 marzo e 8 aprile, ore 21.00 - Cinema

Wushan yunyu (Nuvole e pioggia sul Monte Wu), 1996

di Zhang Ming

v. originale con sottotitoli in italiano e inglese (96')

Un storia d'amore dal tono onirico nella quale, sotto la superficie del quotidiano, si intravedono avvenimenti fantastici, che rimandano a problematiche esistenziali e alla speranza intramontabile di trovare un senso alla vita.

9 e 11 aprile, ore 21.00 - Cinema

Lai xiaozi (Ragazzi senza vergogna), 2006

di Han Jie

v. originale con sottotitoli in italiano e inglese (89')

Straordinario studio di giovani allo sbando in una realtà spietata, basato sulle esperienze personali del regista e di persone da lui incontrate, che si inserisce nella scuola di cinema neorealista di cui è stato precursore Jia Zhangke.

12 e 13 aprile, ore 17.00 - Auditorium

Mangzhong (Grain in the Ear), 2005

di Zhang Lü

video, v. originale con sottotitoli in inglese (109')

Melodramma di taglio sociale ispirato ad un fatto di cronaca ed ambientato all'interno della minoranza etnica coreana nel nord della Cina. Un film che il regista definisce "anti-terrorista", schierato contro l'odio e la vendetta.

12 e 13 aprile, ore 21.00 - Cinema

Dongci bianwei (Coniugazione), 2001

di Tang Xiaobai

v. originale con sottotitoli in italiano e inglese (97')

La fragile ricerca della felicità di una generazione idealista i cui sogni si sono infranti a Piazza Tianamen, il silenzio e la repressione raccontati dal punto di vista dei protagonisti e fotografati attraverso piccoli gesti quotidiani.

18 e 19 aprile, ore 21.00

FILM SORPRESA

19 e 20 aprile, ore 17.00 - Auditorium

Haoduo dami (So Much Rice), 2005

di Li Hongqi

video, v. originale con sottotitoli in inglese (78')

Lo scrittore e regista Li Hongqi ha definito il suo film "uno scherzo un po' goffo, triste". Storia sentimentale ed ironica di un individuo alla ricerca di se stesso, che ha toni surreali ma fermamente ancorata alla realtà della Cina contemporanea.

20 e 22 aprile, ore 21.00 - Cinema

Mama (Mamma), 1992

di Zhang Yuan

v. originale con sottotitoli in italiano e inglese (83')

Film pioniere del cinema indipendente, che affronta argomenti considerati fino a quel momento tabù e lo fa con spregiudicatezza ed onestà. La storia del rapporto intenso e drammatico tra una ragazza-madre ed il figlio gravemente disabile.

22 aprile, ore 20.30 incontro con il regista Zhang Yuan

24 e 26 aprile, ore 21.00 - Cinema

Beijing zazhong (Bastardi pechinesi), 1993

di Zhang Yuan

v. originale con sottotitoli in italiano e inglese (95')

Il primo film che ha osato parlare del nichilismo dei giovani sopravvissuti a Tiananmen, della cultura musicale underground di Pechino, di sesso, droga e rock & roll. Bandito dalla censura, costituisce la prima testimonianza di un momento storico cruciale.

26 e 27 aprile, ore 17.00 - Auditorium

Niupi (Oxhide), 2005

di Liu Jiayin

video, v. originale con sottotitoli in inglese (110')

Un film fortemente innovativo composto di sole 23 inquadrature fisse, riflessione commovente e ironica sulle difficoltà di comunicazione tra generazioni diverse e sulla fatica quotidiana di tutti coloro che sono stati lasciati indietro dalla modernizzazione.

27 e 29 aprile, ore 21.00 - Cinema

Guangchang (La Piazza), 1994

di Zhang Yuan e Duan Jinchuan

v. originale con sottotitoli in italiano e inglese (100')

Straordinario documentario in cui Piazza Tiananmen si trasforma in un palcoscenico dove si rappresenta lo spettacolo della nuova Cina, nel quale la politica, la storia e la vita quotidiana si intrecciano in un affresco di straordinaria umanità.

30 aprile e 2 maggio, ore 21.00 - Cinema

Donggong xigong (Palazzo dell'Ovest, Palazzo dell'Est), 1996

di Zhang Yuan

v. originale con sottotitoli in italiano e inglese (93')

Primo film a soggetto che affronta il tema dell'omosessualità in Cina e che, attraverso la storia di una passione scandalosa ed impossibile, testimonia il sostegno a tutti coloro che hanno il coraggio di essere diversi in una società conformista.

3 e 4 maggio, ore 21.00 - Cinema

Fengkuang yingyu (Inglese da pazzi), 1999

di Zhang Yuan

v. originale con sottotitoli in italiano e inglese (90')

Un documentario ironico e surreale su Li Yang, insegnante autodidatta che mette in scena eventi di massa durante i quali l'insegnamento della lingua inglese si mischia a comizi di stampo patriottico, discorsi motivazionali ed autocoscienza collettiva.

6 e 7 maggio, ore 21.00 - Cinema

Yeche (Treno di notte), 2007

di Diao Yi'nan

v. originale con sottotitoli in italiano e inglese (94')

Una riflessione inquietante, minimalista per tono e storia, sulla fragilità della condizione umana attraverso la storia di un rapporto intenso e pericoloso tra due individui che nascondono segreti tragici e desideri repressi.

10 e 11 maggio, ore 17.00 - Auditorium

Yanmo (Before the Flood), 2005

di Li Yifan & Yan Yu

video, v. originale con sottotitoli in inglese (143')

Testimonianza del prezzo che la Cina paga allo sviluppo economico, questo meraviglioso documentario segue la scomparsa di una città ed il ricollocamento dei suoi abitanti, sacrificati per la costruzione della diga più grande del mondo

15 e 16 maggio, ore 17.00 - Auditorium

Xiaoshuo (The Obscure), 2000-2007

di Lü Yue

video, v. originale con sottotitoli in inglese (84')

Riflessione sullo stato attuale della cultura cinese, attraverso i pensieri di alcuni dei principali intellettuali del paese riuniti in un convegno, per interrogarsi se la poesia - e la cultura in senso più ampio - sia un'attività "futile", un lusso che oggi non ci si può più permettere.

17 e 18 maggio, ore 17.00 - Auditorium

San (Umbrella), 2007

di Du Haibin

video, v. originale con sottotitoli in inglese (93')

Con le riforme economiche inaugurate nei primi anni '80 molti contadini hanno lasciato la campagna, il documentario li segue e ci ricorda che perseguire lo sviluppo economico comporta un prezzo molto alto sia sul piano sociale che, soprattutto, umano.

Edited by Lord Zaku III

Share this post


Link to post
Share on other sites

Credo che tanti anni di far east stiano cominciando a dare i frutti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now
Sign in to follow this  
Followers 0