• Announcements

    • Lord Zaku III

      Regolamento Generale

      In Questo Posto Regnano Pace E Tranquillità Chi Disturba La Quiete Verrà Punito Severamente La Community di Lega-Z.com è posto a disposizione degli utenti della Rete per interagire tra di loro. E' vietato inserire contenuti che possano violare diritti di terzi o comunque essere illegittimi. L'inserimento di contenuti in dette aree presuppone la presa visione e piena accettazione delle regole di Netiquette, regole applicate e rispettate all'interno di questo sito web. Lo Staff di Lega-Z.com non si assume alcuna responsabilità per i contenuti che vengano immessi nel forum in quanto, nonostante ogni ragionevole sforzo per essere costantemente presenti, non si è nella possibilità materiale di esercitare un controllo approfondito sugli stessi. Ci sono delle regole che devono essere rispettate per una civile convivenza: -Non sono consentiti messaggi che violino leggi dello stato. -Non è consentito usare un linguaggio volgare, razzista o che possa offendere la moralità. -Non è consentito aprire topic che possano risultare in qualche modo offensivi nei confronti di un utente del forum o che comunque possano creare una simile impressione. -Le dimensioni della firma non devono superare i 400x100 pixel e nelle firme non sono ammesse più di quattro frasi -Rispettate sempre le opinioni altrui, siete liberi di criticare e di non essere daccordo su qualsiasi cosa ma sempre nel rispetto reciproco. In caso contrario i moderatori sono autorizzati a intervenire. Detto questo buon divertimento Per qualsiasi disguido o lamentela in seguito al non rispetto del manifesto segnalate il tutto a un moderatore. Saremo lieti di sistemare ogni cosa che possa offendere la sensibilità altrui Lo Staff Di Lega-Z.com
    • Lord Zaku III

      Vuoi creare e gestire un tuo blog personale gratuito in maniera semplice? Clicca qua!   05/02/2019

      Per leggere la guida su come creare e gestire un tuo blog personale gratuito in maniera semplice andate qua! E' facile, devi solo eseguire la guida e aprire un tuo blog. Se hai difficoltà invia una eMail o altrimenti inviami un pm personale Se ti impegnerai potrai persino aspirare a diventare moderatore di sezione o entrare nel prestigioso staff di Lega-Z.com
    • Lord Zaku III

      Vuoi inserire/uppare finalmente le tue immagini preferite su un multi images hosting infinito e per sempre? Clicca qua!   05/02/2019

      Per leggere la guida su come inserire e gestire immagini personali (e non). In maniera gratuita e semplice andate qua! E' facile, devi solo eseguire la guida e caricare le tue immagini preferite. Se hai difficoltà invia una eMail o altrimenti inviami un pm personale Se ti impegnerai potrai persino aspirare a diventare moderatore di sezione o entrare nel prestigioso staff di Lega-Z.com
    • Lord Zaku III

      Come si fa a partecipare sulla community di Lega-Z.com? Come si fa a rimanere sempre aggiornati? Clicca qua!   05/02/2019

      Per leggere la guida sul Come posso partecipare sulla community di Lega-Z.com? Come si fa a rimanere aggiornati sulla community di Lega-Z.com? andate qua! E' facile, devi solo eseguire la guida e potrai finalmente iniziare a scrivere commenti anche tu. Se hai difficoltà invia una eMail o altrimenti inviami un pm personale Se ti impegnerai potrai persino aspirare a diventare moderatore di sezione o entrare nel prestigioso staff di Lega-Z.com Buona partecipazione a tutti!
    • Lord Zaku III

      Aiutaci a tradurre o dai una mano alla crescita   05/02/2019

      Ti piacerebbe tradurre? Ti piace scrivere? Ti piacerebbe dare una mano? Vorresti un bel passatempo? Bravo, invia subito una eMail a o altrimenti invia un pm (personal message - messaggio personale) a Lord Zaku III Se ti impegnerai potrai persino aspirare a diventare una fenice, un moderatore di sezione o entrare nel prestigioso staff di Lega-Z.com
Sign in to follow this  
Followers 0
Lord Zaku III

[REC] [BOOK] Kafka sulla spiaggia - Umibe no Kafka

1 post in this topic

Conversazione con Murakami Haruki. In occasione dell'uscita di Kafka sulla spiaggia

user posted image

Kafka sulla spiaggia

Umibe no Kafka

di Murakami Haruki

Dettagli Del Libro

2008

Supercoralli

EINAUDI

pp. 522

Euro 20

ISBN 8806186035

Un vecchio che capisce la lingua dei gatti e un quindicenne con la maturità di un adulto.

Il primo fugge da un delitto sconvolgente, il secondo da una sconvolgente profezia. Inquietante, avvincente e visionario, Kafka sulla spiaggia è il romanzo che consacra Murakami come uno dei più grandi narratori contemporanei.

«Tutti possono raccontare una storia che assomiglia a un sogno, ma rari sono gli artisti che come Murakami ci danno l'illusione di sognarla». «The New York Times Book Review»

Trama:

Un ragazzo di quindici anni, maturo e determinato come un adulto, e un vecchio con l'ingenuità e il candore di un bambino, si allontanano dallo stesso quartiere di Tokyo diretti allo stesso luogo, Takamatsu, nel Sud del Giappone. Il ragazzo, che ha scelto come pseudonimo Kafka, è in fuga dal padre, uno scultore geniale e satanico, e dalla sua profezia, che riecheggia e amplifica quella di Edipo.

Il vecchio, Nakata, fugge invece dalla scena di un delitto sconvolgente nel quale è stato coinvolto contro la sua volontà. Abbandonata la sua vita tranquilla e fantastica, fatta di piccole abitudini quotidiane e rallegrata da animate conversazioni con i gatti, dei quali parla e capisce la lingua, parte per il Sud. Nel corso del viaggio, Nakata scopre di essere chiamato a svolgere un compito, anche a prezzo della propria vita. Seguendo percorsi paralleli, che non tarderanno a sovrapporsi, il vecchio e il ragazzo avanzano nella nebbia dell'incomprensibile schivando numerosi ostacoli, ognuno proteso verso un obiettivo che ignora ma che rappresenterà il compimento del proprio destino.

Kafka sulla spiaggia sembra scritto in risposta a un imperativo altrettanto misterioso e categorico, con rigorosa precisione di dettagli eppure al di fuori di ogni logica convenzionale, come obbedendo agli ordini dell'inconscio. Mentre ci addentriamo incantati nel suo labirinto e ci perdiamo nei vertiginosi meandri della vicenda, abbiamo l'impressione che Murakami stia scoprendo la storia insieme a noi, viaggiando sulle tracce di Kafka e Nakata con la stessa nostra curiosità, stupore e sete di avventura. Si legge Kafka sulla spiaggia come il suo autore deve averlo scritto: con la sensazione di entrare a occhi aperti in un sogno visionario e risonante di profezie, dove le scoperte e le rivelazioni si susseguono, ma il cuore più profondo resta segreto e inattingibile.

Altri personaggi affiancano i due protagonisti: Hoshino, un giovane camionista di irresistibile simpatia; l'affascinante signora Saeki, ferma nel ricordo di un passato lontano; Oshima, l'androgino custode di una biblioteca molto speciale; una splendida prostituta che fa sesso citando Hegel; e poi i gatti, memorabili creature che sovente rubano la scena agli umani. E infine Kafka. «Uno spirito solitario che vaga lungo la riva dell'assurdo»: così il protagonista quindicenne definisce lo scrittore, al quale lo lega il senso di una condanna incombente. Ma tutti i personaggi di questo romanzo sono, ognuno a suo modo, spiriti solitari che vagano lungo la riva dell'assurdo, fragili individui esposti a tempeste di sabbia e a fulmini, eppure sempre accarezzati e riscaldati dalla misteriosa luce della scrittura di Murakami.

Mondi Edipo e Truffaut, Soseki e il pop orientale: nella nuova opera il narratore giapponese trova la sintesi tra Oriente e Occidente.

Murakami: il critico letterario è l' interprete del mio romanzo

«La scrittura è un cavallo imbizzarrito. Solo lui sa dove va»

Perché il giovane protagonista del nuovo romanzo di Murakami Haruki ha scelto di chiamarsi Kafka? E perché due personaggi non secondari hanno le fattezze e i nomi di Johnny Walker (whisky) e Colonnello Sanders (il creatore del Kentucky Fried Chicken)? Per quale ragione la storia si svolge sull' isola di Shikoku, un luogo caro ai devoti del monaco buddista Kobo Daishi? E c' è un motivo che detta la playlist del romanzo: Prince, Radiohead, John Coltrane per il giovane Kafka, il Trio dell' Arciduca di Beethoven per il camionista Hoshino? Da vero narratore, Murakami non vuole, non può dare spiegazioni sui molti enigmi che popolano il suo nuovo romanzo Kafka sulla spiaggia (Einaudi). «Io penso che se uno scrittore riesce a spiegare in modo coerente questo e quell' aspetto dei suoi romanzi, probabilmente non scrive guidato da una vera necessità. A quel punto farebbe meglio a scrivere, anziché un romanzo, una "dichiarazione" di alcune pagine. Perché nel mio modo di vedere, se uno si dedica uno o due anni solo a scrivere un romanzo lungo, è perché ciò che ha da dire può esprimerlo solo e unicamente in quella forma. Penso che le spiegazioni, più che all' autore, andrebbero chieste ai critici» così - tramite Giorgio Amitrano, docente di letteratura giapponese nonché ottimo traduttore dei suoi romanzi - ci ha risposto. E per far capire meglio il senso del suo pensiero, è ricorso a una bella immagine: «Per me scrivere un lungo romanzo è come montare in groppa a un cavallo imbizzarrito e aggrapparmi con tutte le mie forze al suo collo per non farmi buttare a terra. È una lotta che dura per uno o due anni. Inutile dire che per mantenersi aggrappati ci vogliono tanta forza fisica e sangue freddo. A volte, di tutto quello che c' è intorno a me non riesco a vedere niente. Perciò chi è in groppa a questo cavallo in fuga e si sente chiedere "Perché hai preso questa o quella strada?" non sa proprio cosa rispondere. L' unica cosa che può dire, sebbene con rammarico, è: "Chiedilo al cavallo"». Il romanzo, in effetti, è molto lungo: 514 pagine, suddivise in 49 capitoli. Lungo i quali si alterna la prima persona di Tamura Kafka, il ragazzo che fugge di casa nel giorno del suo quindicesimo compleanno, con la terza persona del narratore che segue la vicenda parallela di Nakata, un vecchio minorato - un misterioso incidente durante la guerra ha bloccato il suo sviluppo mentale - che parla con i gatti e va in cerca della pietra che può ridare forma al mondo. Non ha, il romanzo, l' andamento di un cavallo imbizzarrito, certo però accumula dettagli apparizioni situazioni che non obbediscono a regole razionali, e tiene avvinto il lettore proprio come il cavaliere che teme a ogni momento di cadere. Se Kafka decide di lasciare Tokio e andare a vivere sull' isola di Shikoku (il ragazzo confessa di aver scelto il nuovo nome dopo aver letto Il castello, Il processo e i racconti La metamorfosi e Nella colonia penale: gli stessi che Murakami aveva letto giovanissimo) è perché non vuole più dividere la casa con il padre, uno scultore rinomato, abbandonato dieci anni prima dalla moglie che sparì portandosi dietro una figlia. Cresciuto senza la madre, il ragazzo è turbato dalla sinistra profezia che il padre ha formulato sul suo conto: tu ucciderai tuo padre e giacerai con tua madre e tua sorella. Andare lontano, però, non basta a cambiare il destino: dopo la fuga del figlio, lo scultore viene ucciso in casa sua. Quando Kafka legge la notizia sui giornali, «sente» di essere lui l' assassino e si ritrova imbrattato di sangue. Anche la direttrice della biblioteca di Takamatsu dove Kafka ha trovato ospitalità ha, ai suoi occhi, qualcosa di familiare: la signora Saeki, cinquantenne malinconica che ha dedicato la vita al ricordo del fidanzato morto durante le rivolte studentesche del 1970 (per lui aveva scritto - e inciso - una canzone, Kafka sulla spiaggia), forse potrebbe essere la madre che l' aveva abbandonato da bambino. E Sakura, la ragazza che lo aiuta nei primi giorni a Takamatsu, perché lo chiama «fratellino»? Altri, ancora più strani avvenimenti si presentano nella storia parallela di Nakata, il vecchio che parla ai gatti. È qui che appaiono Johnny Walker e il Colonnello Sanders. Ma non solo: dal cielo piovono pesci e sanguisughe e le pietre manifestano una loro volontà. Ma tutti i personaggi - il ragazzo Kafka, il vecchio, la signora Saeki, il camionista Hoshino che accompagna Nakata nei suoi incongrui spostamenti, il bibliotecario Oshima che nasconde un segreto - sono in cerca di un qualcosa che ridia forma, senso alla fatica di esistere. Una dimensione altra, in cui c' è un risarcimento alla perdita continua delle cose e delle persone che ci accompagnano su questa terra. Per questo, come in una sorta di prova finale, Kafka attraversa una foresta per vedere com' è il mondo del non essere. A lui però sarà concesso di tornare indietro, perché ricordi, perché divenga un uomo. A questo punto le tracce, i segnali, le coincidenze disseminate nel grande libro si unificano. Come in un sogno rivelatore, o - così scrivono molti studiosi dell' opera di Murakami - come in un film di David Lynch le strade perdute finalmente trovano la loro direzione. E quell' immenso agglomerato di Occidente e Oriente, in cui tutto è contemporaneo e presente (Beethoven e il pop giapponese, Hegel e Soseki, il mito di Edipo e quello di Orfeo e Euridice, i soldati che non hanno fatto ritorno e i film di Truffaut, i racconti di fantasmi di Ueda Akinari e la campagna di Russia di Napoleone), si dispone come una fiaba postmoderna. O, se volete, come un romanzo. Visto che, come scrive Murakami, «la felicità è una fiaba, l' infelicità è un romanzo».

La biografia

L' autore di culto che ama Carver

Murakami Haruki, 59 anni, scrittore di culto, traduttore di Raymond Carver (che considera il suo mentore letterario), torna in libreria con Kafka sulla spiaggia (Einaudi, traduzione di Giorgio Amitrano, pagine 514, 16). Di Murakami Haruki, Einaudi ha pubblicato tra l' altro Norwegian Wood; Dance Dance Dance; Underground. Da Baldini Castoldi Dalai è uscito L' elefante scomparso e altri racconti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now
Sign in to follow this  
Followers 0