• Announcements

    • Lord Zaku III

      Regolamento Generale

      In Questo Posto Regnano Pace E Tranquillità Chi Disturba La Quiete Verrà Punito Severamente La Community di Lega-Z.com è posto a disposizione degli utenti della Rete per interagire tra di loro. E' vietato inserire contenuti che possano violare diritti di terzi o comunque essere illegittimi. L'inserimento di contenuti in dette aree presuppone la presa visione e piena accettazione delle regole di Netiquette, regole applicate e rispettate all'interno di questo sito web. Lo Staff di Lega-Z.com non si assume alcuna responsabilità per i contenuti che vengano immessi nel forum in quanto, nonostante ogni ragionevole sforzo per essere costantemente presenti, non si è nella possibilità materiale di esercitare un controllo approfondito sugli stessi. Ci sono delle regole che devono essere rispettate per una civile convivenza: -Non sono consentiti messaggi che violino leggi dello stato. -Non è consentito usare un linguaggio volgare, razzista o che possa offendere la moralità. -Non è consentito aprire topic che possano risultare in qualche modo offensivi nei confronti di un utente del forum o che comunque possano creare una simile impressione. -Le dimensioni della firma non devono superare i 400x100 pixel e nelle firme non sono ammesse più di quattro frasi -Rispettate sempre le opinioni altrui, siete liberi di criticare e di non essere daccordo su qualsiasi cosa ma sempre nel rispetto reciproco. In caso contrario i moderatori sono autorizzati a intervenire. Detto questo buon divertimento Per qualsiasi disguido o lamentela in seguito al non rispetto del manifesto segnalate il tutto a un moderatore. Saremo lieti di sistemare ogni cosa che possa offendere la sensibilità altrui Lo Staff Di Lega-Z.com
    • Lord Zaku III

      Vuoi creare e gestire un tuo blog personale gratuito in maniera semplice? Clicca qua!   05/02/2019

      Per leggere la guida su come creare e gestire un tuo blog personale gratuito in maniera semplice andate qua! E' facile, devi solo eseguire la guida e aprire un tuo blog. Se hai difficoltà invia una eMail o altrimenti inviami un pm personale Se ti impegnerai potrai persino aspirare a diventare moderatore di sezione o entrare nel prestigioso staff di Lega-Z.com
    • Lord Zaku III

      Vuoi inserire/uppare finalmente le tue immagini preferite su un multi images hosting infinito e per sempre? Clicca qua!   05/02/2019

      Per leggere la guida su come inserire e gestire immagini personali (e non). In maniera gratuita e semplice andate qua! E' facile, devi solo eseguire la guida e caricare le tue immagini preferite. Se hai difficoltà invia una eMail o altrimenti inviami un pm personale Se ti impegnerai potrai persino aspirare a diventare moderatore di sezione o entrare nel prestigioso staff di Lega-Z.com
    • Lord Zaku III

      Come si fa a partecipare sulla community di Lega-Z.com? Come si fa a rimanere sempre aggiornati? Clicca qua!   05/02/2019

      Per leggere la guida sul Come posso partecipare sulla community di Lega-Z.com? Come si fa a rimanere aggiornati sulla community di Lega-Z.com? andate qua! E' facile, devi solo eseguire la guida e potrai finalmente iniziare a scrivere commenti anche tu. Se hai difficoltà invia una eMail o altrimenti inviami un pm personale Se ti impegnerai potrai persino aspirare a diventare moderatore di sezione o entrare nel prestigioso staff di Lega-Z.com Buona partecipazione a tutti!
    • Lord Zaku III

      Aiutaci a tradurre o dai una mano alla crescita   05/02/2019

      Ti piacerebbe tradurre? Ti piace scrivere? Ti piacerebbe dare una mano? Vorresti un bel passatempo? Bravo, invia subito una eMail a o altrimenti invia un pm (personal message - messaggio personale) a Lord Zaku III Se ti impegnerai potrai persino aspirare a diventare una fenice, un moderatore di sezione o entrare nel prestigioso staff di Lega-Z.com
Sign in to follow this  
Followers 0
Lord Zaku III

[SECURITY] Ecco 5 modi per rovinarsi la vita con Facebook

2 posts in this topic

i338_012858facebookplacesprivacy.jpg

Ecco 5 modi per rovinarsi la vita con Facebook

Una lettera di cinque medici italiani sostiene che Facebook possa indurre un forte stress psicologico. Raccolte le cinque teorie che additano i social-network come strumenti dannosi

Un ragazzo di 18 anni sta navigando in Rete da qualche ora, picchia sui tasti con furia, setacciando meticoloso decine di aggiornamenti di status su Facebook. A un tratto succede qualcosa: il ragazzo comincia a sentire girare la testa, il respiro si accorcia, le dita perdono la presa sui tasti, è sul punto di svenire in preda a un attacco d'asma. Cosa è successo secondo voi? Di chi è la colpa: ipoglicemia? Asma allergico causato dalle graminacee? Oppure è colpa della pagina Facebook che ancora luccica sullo schermo?</p><p>Per quanto possa suonare ridicolo, alcuni medici hanno deciso di propendere per l'ultima ipotesi, scatenando così l'ennesimo dibattito sulla presunta "pericolosità" dei social network. Se in passato si polemizzava sul fatto che Google potesse rendere stupidi, la lettera che <strong>cinque medici italiani</strong> hanno spedito in questi giorni alla prestigiosa rivista medica The Lancet inquadra Facebook come fonte di stress psicologico e - transitivamente - possibile causa di attacchi d'asma.</p><p>Per amor di verità dobbiamo riportare che esiste un caso in cui Facebook (e per la precisione spiare profili altrui) ha salvato la vita di un navigante. Ma non è di questo che vogliamo parlarvi oggi. Vogliamo parlarvi dei modi in cui <strong>Facebook può rovinarvela</strong>, la vita - posto, ovviamente, che siate sufficientemente stupidi già di vostro.

Asma da stress post-Facebook

Cominciamo proprio da qui, dalla lettera ricevuta da The Lancet. I medici firmatari riportano il caso di un ragazzo di 18 anni che è andato incontro a un brutto attacco d'asma mentre stava controllando il profilo della sua ex fidanzata. Da poco la ragazza aveva scaricato il 18enne e l'aveva cancellato dagli amici di Facebook. Lui però non si era arreso, aveva creato un nuovo profilo ed era riuscito a stringere di nuovo amicizia con la ragazza, seppur in incognito. Era depresso e aveva già avuto problemi d'asma; i medici però credono che la crisi possa essere connessa allo stress da social network. " Lo stress psicologico è riconosciuto come causa scatenante di attacchi d'asma", si legge nella lettera: " La relazione temporale con l'inizio dei sintomi suggerisce che l'accesso a Facebook è stato la causa scatenante delle crisi asmatiche, nelle quali un ruolo chiave potrebbe averlo giocato l'iperventilazione". Le osservazioni dei medici italiani, naturalmente, non attestano una connessione diretta tra social network e asma; rappresentano piuttosto un buon materiale di studio sull'incidenza dei social network come fattore di stress psicologico.

Cancro, infarti, demenza: colpa dell'isolamento da Facebook

Lo scorso anno un medico inglese, il dott. Aric Sigman, ha suggerito che l'utilizzo prolungato e massivo dei social network potrebbe aumentare l'incidenza di numerose patologie, tra cui il cancro e i problemi cardiovascolari.

Secondo Sigman, infatti, l'utilizzo di Facebook (ma anche di e-mail e sms) sta rapidamente sostituendo gran parte delle nostre relazioni sociali. L'isolamento fisico dalle altre persone potrebbe alterare il modo in cui alcuni geni (da lui chiamati "socially regulated genes") vengono attivati, le risposte immunitarie, i livelli ormonali e persino il funzionamento delle arterie. Questo inciderebbe sullo stato di salute della persona e, addirittura, sulle sue performance mentali. Si tratta tuttavia di supposizioni, dal momento che non esistono studi medici che provino le tesi di Sigman.

Problemi di dipendenza, come una droga

Che Facebook possa dare dipendenza è abbastanza intuitivo. Tutti conosciamo persone che non perdono occasione per controllare la propria bacheca, ovunque si trovino. Forse non tutti sappiamo però che il problema della dipendenza da Facebook (e da social network in generale) sta assumendo proporzioni tali da essere diventato argomento di studio per molti psicopatologi in tutto il mondo. Facebook darebbe assuefazione e porterebbe a fenomeni tipici della dipendenza da droghe come tolleranza, craving e astinenza. Può comportare una distorsione dei rapporti interpersonali e generare competizioni tra chi possiede il più alto numero di amici. E quando la connessione viene meno, il social-dipendente può andare incontro a ansia, depressione, addirittura attacchi di panico. C'è chi sta cominciando a parlare di amico-dipendenza.

Occhio ai topi d'appartamento (e ai creditori)

Che un utilizzo ingenuo di Facebook possa essere rischioso per il tuo lavoro e per la tua relazione di coppia è noto da tempo. Esistono persone che controllano i profili Facebook di chi si candida per un lavoro, ed ex fidanzate inferocite pronte a taggare a tradimento foto imbarazzanti. Ma man mano che Facebook aumenta esponenzialmente il numero di iscritti (e di applicazioni), i rischi diventano sempre di più. La moda di urlare al mondo intero dove ci si trovi in ogni momento della giornata con FB Places espone molta gente al rischio di essere derubata mentre non è in casa, o di essere seguita da uno stalker. E nel caso tu abbia dei debiti con qualcuno, può anche succedere che questo cominci a pedinarti sfruttando i tuoi contatti.

Non ci indurre in tentazione e liberaci da Facebook

Ci sono poi casi in cui avere troppi amici (e amiche) su Facebook può rovinare la vita a te e a tutta la tua comunità parrocchiale. È il caso dell'americano Elliot Subervi, un personal trainer che dopo aver aperto il profilo su Facebook è stato aggiunto da tantissime ragazze (è arrivato a 2000) che hanno iniziato a tempestarlo di messaggi languidi e ammiccanti. Pizzicato dalla moglie, l'uomo ha chiuso l'account e ne ha aperto uno nuovo "famigliare". Ma il suo caso ha raggiunto le orecchie di Cedric Miller, un pastore del New Jersey che, preoccupato dalla promiscuità di Facebook, ha provveduto a un repulisti parrocchiale, forzando 50 altri pastori sposati a chiudere i propri account e a "liberarsi dal male". Source: msn

Edited by Lord Zaku III

Share this post


Link to post
Share on other sites

mamma mia qunati luoghi comuni e di "retrogado buon senso"... una cosa però occorre fare attenzione, sono testimone di uno che rischia di perdere una causa proprio per la sua mania di postare tutto su facebook... ha fatto causa ad un locale perchè si era storto la caviglia nel parcheggio (a suo dire disconnesso) e poi su facebook ha dichiarato che era stata una nottata ad alto tasso alcoolico... :depravato:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now
Sign in to follow this  
Followers 0